Atomoxetina

L’atomoxetina è un principio attivo utilizzato più frequentemente per curare la sindrome ADHD (disturbo da deficit di attenzione e iperattività). Si tratta di un farmaco approvato dalla FDA, definito come inibitore selettivo del reuptake della serotonina (SNRI). L’atomoxetina è un ingrediente chiave dei medicinali Strattera e Tomoxetina e viene spesso prescritta per i trattamenti efficaci anti-ADHD. Viene commercializzata anche con il nome di Attentin.

Uso

L’atomoxetina è più spesso prescritta per la cura dell’ADHD (sindrome da deficit di attenzione e iperattività) nei bambini e negli adulti. ADHD è caratterizzato da irrequietezza e mancanza di concentrazione. L’atomoxetina aiuta a ripristinare l’equilibrio dei neurotrasmettitori nel cervello del paziente.

Come assumerlo

L’atomoxetina andrebbe assunta sotto stretta osservanza delle prescrizioni mediche e delle indicazioni presenti sul foglietto illustrativo. Non alterare il dosaggio o il periodo di utilizzo prescritto senza previo consulto medico. In generale, l’atomoxetina andrebbe assunta una volta al giorno, al mattino o al tardo pomeriggio, con un bicchiere pieno d’acqua. Le prescrizioni individuali dipenderanno dalle condizioni del paziente e dovrebbero essere definite dal medico curante o dallo specialista.

Effetti collaterali

NON utilizzare il medicinale in presenza di allergia. Se si riscontrano sintomi associati ad allergie, quali difficoltà di respirazione, orticaria, gonfiore linguale, ecc. interrompere l’assunzione del medicinale e richiedere urgente assistenza medica. Contattare immediatamente il proprio specialista in caso si riscontrino i seguenti sintomi: dolore al petto, battito irregolare, consapevolezza annebbiata, irregolarità comportamentali, aggressività, allucinazioni, nausea, dolore allo stomaco, prurito, inappetenza, urine di colore scuro, ingiallimento della cute o della parte bianca degli occhi, pressione alta (mal di testa, offuscamento della vista, ronzio, ansia, convulsioni, stato confusionale), orinazione ridotta, intorpidimento o dolore. Effetti collaterali comuni dell’atomoxetina includono: irritabilità, vertigini, costipazione, rash cutanei o sensazione di prurito, tosse, insonnia, forti dolori mestruali, perdita di desiderio sessuale. N.B.: la presente lista non include tutti gli effetti collaterali possibili. Altri effetti collaterali potrebbero verificarsi a seconda delle condizioni di salute individuali.

Precauzioni

Non utilizzare capsule danneggiate del medicinale. Se il farmaco entra a contatto con gli occhi, risciacquare con acqua abbondante e consultare uno specialista. Poiché l’atomoxetina può condurre all’offuscamento della consapevolezza, evitare di assumere il farmaco prima di guidare o prima di intraprendere attività che necessitano massima concentrazione.

Interazioni fra farmaci

Rendi noto al tuo specialista di tutti i medicinali che hai assunto o che stai assumendo prima di iniziare il percorso con l’atomoxetina. Potrebbero verificarsi interazioni particolarmente forti con i seguenti farmaci: Proventil, Ventolin, Cordarone, Pacerone, Wellbutrin, Zyban, Celebrex, Tagamet, Adriamycin, Dolophine, Methadose, Reglan, Quin-G, Norvir, Kaletra, Zantac, Lamisil,antidepressivi quali Celexa, Anafranil, Lexapro, Prozac, Sarafem, Luvox, Paxil, Zoloft e sonniferi quali Benadryl, Unisom, Chlor-Trimeton. L’atomoxetina può interagire anche con altri farmaci.

Dose mancata

Se hai dimenticato di assumere la tua dose di Atomoxetina, assicurati di prenderla quanto prima possibile. Tuttavia, due dosi non dovrebbero mai essere assunte contemporaneamente, qundi se l’orario della prossima dose è quasi giunto, NON assumere la dose dimenticata.

Conservazione

L’atomoxetina andrebbe conservata ad una temperatura di circa 77°F (25°C), ben fuori dalla portata dei bambini e degli animali. Evitare di conservare il medicinale in bagno.
Atomoxetina
5 (100%) 1 vote